Un po' di fresco a Camaldoli

03 agosto 2015

 Domenica abbiamo deciso di cercare un po' di fresco.La nostra meta e' stata Camaldoli, sull'Appennino tosco- emiliano. 
Purtroppo per noi, le montagne sono troppo lontane da dove viviamo.
Per arrivare a Camaldoli 
impieghiamo circa 1 ora e mezza di viaggio.
Il paesino e' piccolissimo, 
quattro case e un ristorante, un caffè' bar e un centro per le informazioni turistiche
 Si prosegue poi per l'eremo, circa 3\4 km in salita oppure a piedi,attraverso il bosco ma non eravamo attrezzati ne' avevamo la voglia di fare tutti quei km in salita(anche se abbiamo deciso di programmare una gita diciamo così'...piu' sportiva, prossimamente)
 Rosa sembrava impazzita, contenta come una pasqua, finalmente con una temperatura esterna variabile dai 23 ai 24 gradi.
Correva su e giu', si rotolava nell'erba,prendeva rami giganti e cercava di trascinarli in giro
oppure corteccia da rosicchiare.

 L'eremo l'avevamo visitato la volta precedente e quindi non siamo entrati.
Abbiamo(Ho) acquistato qualche prodotto 
fatto dai frati(una crema all'arnica e un deodorante per i tessuti) 
e poi abbiamo cercato un posticino tranquillo dove accamparci per un picnic.
Pian pianino ci stiamo attrezzando
 con sedie e contenitori ma ancora non siamo al 100 per 100 .
Avevamo acquistato le schiacciate tipiche del posto e avevamo portato dietro un po' da bere,niente di che.



 Rosa ha lesinato un po' del mio panino al pecorino e si e' sgranocchiato qualche legnetto.


Ci siamo riposati un po' e poi siamo ritornati verso il caldo di casa.
In pochi km siamo passati dalla gradevole temperatura di 23 gradi
 all'opprimente 34 umido della nostra zona.
Quest'anno e' terribile,soprattutto per Rosa....
in fondo pero' si tratta di due mesi o poco più per cui diciamo grazie comunque di avere il mare
anche se non e' quello del Salento

-Raffa-

Il posto perfetto

31 luglio 2015


 La sera e' calda, un leggero venticello muove le ultime foglie degli alberi,una lieve increspatura sull'acqua del fiume sembra disegnare come su una tela il profilo di piccole onde.
Il cielo stellato,lontano , fa intravedere la luna
nascosta dietro l'unica nuvola del cielo.
Mi tolgo i sandali, la sabbia soffice mi regala un'improvvisa e piacevole sensazione di freschezza.

 La musica produce su di me un'immediata sensazione di relax, mi siedo sulla sedia comoda.
l'analcolico che ho ordinato e' pieno di ghiaccio, e fresco.L'odore della menta mescolato allo zucchero di canna scende nella mia gola piacevolmente,regalandomi un immediato benessere.Intorno a me ognuno parla, sorride,ascolta. 
Buon fine settimana

-Raffa-
in foto: buonaventura ,Baretto sul Lamone Marina Romea (Ra)
cliccate sul link
alte foto qui e qui

Salento parte 7 :I mille colori del Salento

30 luglio 2015


Ciao a tutti.
Forse il Salento non avrà' mille colori ma sicuramente ha mille gradazioni di un colore che ora e' azzurro ora e'verde smeraldo.
Gli occhi si riempiono di questo colore e la sera , quando il sole tramonta tra gli ulivi, l'effetto avvolgente e terapeutico di questi colori che sono un tutt'uno con il cielo e con il bianco delle case e dei paesi, ti concilia un sonno tranquillo dopo aver gustato le prelibatezze della sua cucina.La nostra vita procedeva in questo modo:
durante il giorno facevamo un piacevole picnic in spiaggia oppure mangiavamo della frutta, mentre la sera andavamo alla ricerca dei posticini più' caratteristici, nei paesi dell'interno a gustare ciceri e trie, riso cozze patate e pomodori e frise al tonno o all'olio di oliva.
Non ci siamo fatti mancare nulla e abbiamo assaggiato veramente di tutto.
La vita da campeggio tuttavia e' piacevole anche perché' ti lascia il tempo di prenderti degli spazi per te, di prepararti un pranzetto come a casa in pieno relax.
Amo la vita da campeggio, anche se non sono ancora riuscita a fare una vacanza con la tenda come dico io, e forse alla mia eta' ormai non la faro' più'.
Inizio solo ultimamente ad apprezzare questo genere di vacanza, a capirne la libertà' che regala, la piacevolezza di poter dormire sotto le stelle.
Per ora mi accontento delle vita da campeggio più' comoda  e chissa' ...nella vita non si sa mai...si dice così' no?
Con questo ho terminato i miei post sulla vacanza di questa estate.Credo che faro' qualche giorno in montagna forse in agosto e forse anche a settembre.
Questa volta pero' mi porto dietro il mio cagnone....
A presto

-Raffa-


Salento parte 6 :La gita in barca

29 luglio 2015

Cari amici,delle mie vacanze in Puglia,non mi sono rimaste poi così' tante foto. 
A forza di fare dei passaggi su i vari tablet, telefonini e pc 
mi sa che ne ho persa qualcuna per strada.
E' vero che i ricordi restano indelebili nella mia e nelle nostre menti 
ma mi dispiace davvero un sacco 
e questa mattina sono un po' triste.
Di questa gita in barca mi ricordo molto bene l'acqua gelida(ma davvero gelida!!!)
 dentro la grotta degli innamorati 
e il soffio di acqua sul mio viso che mi ha colpito dall'entrata della grotta azzurra dentro cui abbiamo nuotato.
Li' vicino due cani entravano e uscivano dall'acqua altissima 
mentre giocavano felici con i loro compagni umani...
mi e' venuta una tale nostalgia del mio cagnone!!!

A presto con qualche altro post.

-Raffa-

Salento parte 5 :Otranto

28 luglio 2015

 Otranto e' bellissima, piena di gente,un po' ottomana ,un po' isolana, un po' porto di mare.
Piena di gente, ovunque, piena di stradine zeppe di negozi con ogni genere di souvenir  e cose belle.
Ci si arrampica fin su la Cattedrale ,con il suo immenso pavimento mosaicato che rappresenta l'albero della Vita, e poi ci si perde tra le sue mura che si affacciano sul mare che si apre sull'orizzonte
 E il tramonto su questa città' e' spettacolare

 Passeggiare per Otranto e' piacevole, e noi ci torniamo  sempre volentieri, perché' li' abbiamo degli amici e perché' qui la famiglia di mio marito e' rimasta per tanti anni.
E' una cittadina che offre tanto e dove,dice mio figlio(e anche mio marito), le crepes sono buonissime.
A presto 

-Raffa-